Massa, Piazza Aranci



Massa, veduta delle Alpi Apuane dal pontile di Marina

                        Massa

 

Siede Massa tra lucida verzura
d’aranci, a specchio del tirreno mare;
vedi tagliente dietro lei spiccare
come un zaffiro immenso la Tambura:

 

verdeggiante e declive in una pura
chiarità d’alba il Belveder t’appare;
sola, in disparte sembra minacciare
nubi passanti la Brugiana oscura.

 

Mi sveglia il canto delle capinere
tra le magnolie, e m’assopisce un lento
ronzìo di ruote e romba di gualchiere.

 

Come bimbo cullato io m’addormento;
e allor fugge, allor vola il mio pensiere,
ed in Romagna accanto a voi mi sento.

 

               (Giovanni Pascoli, 1885)


Massa, il Duomo



Massa, Castello Malaspina



Massa, il cortile del Palazzo Ducale


Massa, Veduta Panoramica

Marina di Massa, il Litorale